ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Erdogan "giustifica" le sue riforme a Bruxelles

Lettura in corso:

Erdogan "giustifica" le sue riforme a Bruxelles

Dimensioni di testo Aa Aa

Toni diplomatici per il Premier turco Erdogan che ha incontrato a Bruxelles Herman Van Rompuy e José Barroso. La visita, programmata a novembre nell’ambito della riapertura dei negoziati di adesione della Turchia all’Europa cade in un momento critico Ankara. Per Herman Van Rompuy nessuna crisi giustifica il venire meno al rispetto degli standard europei:“Abbiamo ribadito che la Turchia in quanto stato candidato è impegnata a rispettare i criteri politici fissati per l’adesione, compreso il rispetto per la legge e la separazione dei poteri. E’ importante non tornare indietro rispetto ai risultati ottenuti, e assicurare che la magistratura sia libera di procedere senza discriminazioni”.

Le parole di Van Rompuy danno voce ai timori europei sul futuro dello stato di diritto turco dopo le riforme messe in campo da Erdogan a seguito dello scoppio dello scandalo corruzione.

Erdogan ha giustificato con queste parole la riforma della giustizia al varo dell’esecutivo turco:“Se la giustizia si spinge lontano dall’indipendenza agendo in modo parziale, allora si manifesteranno gravi carenze nel sistema. Per evitare le quali spetta al parlamento turco agire in modo da garantire una giustizia indipendente e imparziale.