ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia: "no censura", in duemila contro la legge che limita internet

Lettura in corso:

Turchia: "no censura", in duemila contro la legge che limita internet

Dimensioni di testo Aa Aa

Idranti e lacrimogeni della polizia contro i manifestanti. La scena si ripete a Istanbul, in Turchia. Una nuova mossa del governo islamico ha spinto circa 2000 persone a scendere in strada: un progetto di legge che stabilisce un controllo più severo dei contenuti del web, limitando l’accesso ai siti di condivisione di filmati e dando al governo il potere di ottenere le attività di ogni utente conservate per due anni. E’ fascismo per i manifestanti.

“Sono qui per difendere il diritto di usare internet”, dice un manifestante. “Non si può essere messi al bando da qualcuno, quando si paga per internet. La censura è un reato”.

I manifestanti sono tornati anche a protestare contro la corruzione, dopo lo scandalo che ha travolto il governo: a dicembre politici e imprenditori vicini al premier Erdogan sono stati arrestati per frode e riciclaggio. Il governo ha reagito sollevando dagli incarichi poliziotti e magistrati.

Bora Bayraktar, euronews:
“Le manifestazioni contro la proposta di legge che limita l’uso di internet sono finite qui. Ma sui social media la mobilitazione per fermare la normativa continua”.