ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Banca Mondiale: il 2014 sarà il punto di svolta per l'economia

Lettura in corso:

Banca Mondiale: il 2014 sarà il punto di svolta per l'economia

Dimensioni di testo Aa Aa

Il 2014 sarà l’anno del rimbalzo. Ne sono convinti gli esperti della Banca Mondiale, al tal punto da rivedere al rialzo le previsioni di crescita economica globale.

I Paesi avanzati stanno svoltando l’angolo, mentre quelli in via di sviluppo dovrebbero stabilizzarsi dopo la frenata degli ultimi anni. Resta da capire come la diminuzione dei flussi di capitali dai primi, e in particolare dagli Stati Uniti, influenzerà i secondi.

“Per la prima volta in cinque anni le economie ad alto reddito stanno accelerando e contribuiranno alla crescita globale in un modo che non si vedeva da tempo. Ciò sarà positivo per i Paesi in via di sviluppo”, spiega Andrew Burns, responsabile del rapporto “Global Economic Prospects”.

La nuvola all’orizzonte è rappresentata dal ‘tapering’, anche se, in termini di impatto sui Paesi in via di sviluppo, prevediamo che sarà un processo senza troppi sbalzi”, sottolinea.

A guidare la riscossa saranno gli Stati Uniti, dice il rapporto della Banca, il cui prodotto interno lordo quest’anno dovrebbe accelerare del 2,8%.

Eurolandia, dopo due anni di contrazione, dovrebbe riemergere in territorio positivo con un +1,1%, anche se l’organizzazione sottolinea come in vari Paesi il reddito pro-capite stia diminuendo.

La principale raccomandazione è però per i Paesi in via di sviluppo, che devono rafforzare le proprie economie: se la fine degli stimoli americani sarà graduale, la domanda di esportazioni in aumento farà da contraltare. Impossibile, però, prevedere la reazione dei mercati.