ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele: davanti alla Knesset l'omaggio ad Ariel Sharon

Lettura in corso:

Israele: davanti alla Knesset l'omaggio ad Ariel Sharon

Dimensioni di testo Aa Aa

Israele saluta per l’ultima volta Ariel Sharon. A Gerusalemme, davanti alla Knesset, si è svolta la cerimonia per commemorare l’ex controverso premier, uno dei più grandi generali dello Stato, spentosi sabato a Tel Aviv dopo otto anni di coma.

Alle esequie, oltre alla famiglia di Sharon, erano presenti le massime autorità israeliane e i rappresentanti di una ventina di Paesi stranieri. Il primo a prendere la parola è stato il presidente Shimon Peres: “Oggi ci separiamo da te, Arik. Sei stato la spalla sulla quale si è poggiata la sicurezza del nostro popolo. La tua storia è legata a quella dello Stato”.

Presenti anche il vicepresidente degli Stati Uniti Joe Biden e l’ex premier britannico Tony Blair, inviato speciale del quartetto per il Medioriente: “Per mia esperienza posso dire che Ariel Sharon è stato duro ma timido, indomabile e servitore del suo popolo. Un guerriero che voleva la creazione di questo Paese, abbastanza saggio da sapere che la guerra da sola non avrebbe potuto assicurare il futuro del Paese stesso”.

Dopo la cerimonia davanti alla Knesset, la salma ha raggiunto Latrun, dove nel 1948, durante la guerra arabo-israeliana, Sharon venne gravemente ferito allo stomaco. Qui i militari più alti in grado dell’esercito hanno omaggiato il loro generale. La destinazione finale delle spoglie di Sharon è il Neghev. L’ex premier riposerà nella sua tenuta dei Sicomori, pochi chilometri in linea d’aria da Gaza.