ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

West Virginia: sostanza chimica si riversa in fiume, 300mila senza acqua

Lettura in corso:

West Virginia: sostanza chimica si riversa in fiume, 300mila senza acqua

Dimensioni di testo Aa Aa

Divieto di usare l’acqua per trecentomila residenti in West Virginia. Da due giorni i rubinetti sono chiusi a causa della fuoriuscita di sostanze chimiche da una fabbrica che si è riversata nel fiume Elk. 70 persone sono finite in ospedale lamentando lievi intossicazioni. In 9 contee rimasti chiusi scuole e uffici.

“Abbiamo un bambino e quindi stiamo cercando di trovare l’acqua per lui – spiega Beverly Hager; una residente di Charleston – Non ci interessa di noi stessi, l’importante è fare in modo che lui abbia ciò di cui ha bisogno”.

19mila litri di sostanze schiumogene per la preparazione del carbone sono fouriuscite appena sopra l’impianto di depurazione delle acque. Non si può ancora stabilire quando si potrà tornare a utilizzare di nuovo l’acqua.

“Mia figlia ha 13 anni, deve farsi una doccia – ricorda Larry Bonham, un abitante della capitale dello Stato – Mi ha chiamato per dirmi che avrebbe usato l’acqua e le ho detto di non farlo perché quando abbiamo aperto i rubinetti, emanava l’odore di uno sciroppo per la tosse all’uva”.

La sostanza non è letale, ma può causare vomito, irritazioni e diarrea. Le autorità hanno dato 24 ore di tempo alla Freedom Industries per ripulire i serbatoi di stoccaggio e presentare un piano di bonifica.