ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq: kamikaze fra le reclute, almeno 23 morti

Lettura in corso:

Iraq: kamikaze fra le reclute, almeno 23 morti

Dimensioni di testo Aa Aa

Un attacco suicida a Bagdad ha provocato almeno 23 morti e una trentina di feriti fra le reclute dell’esercito iracheno.

Il kamikaze ha fatto esplodere la sua bomba all’aeroporto di Muthanna fra i volontari che si presentavano per andare a combattere i miliziani jihadisti, nella provincia di Al Anbar, a ovest della capitale irachena.

L’esercito è posizionato intorno alla città di Fallujia. Potrebbe arrivare da un momento all’altro l’ordine di attaccare i combattenti del cosiddetto Stato islamico di Iraq e Levante.

L’obiettivo di questo gruppo, affiliato ad Al Qaeda, è quello di creare un califfato fra Iraq e Siria.

La situazione in Iraq appare quanto mai instabile, anche se le forze di sicurezza assicurano che va tutto per il meglio:

“La situazione è buona – dice un ufficiale – Vicino a Falluja avevamo già dei posti di polizia e sono stati installati altri check-points, con una maggiore presenza di agenti. Adesso, poi, grazie a Dio, è arrivato anche l’esercito”.

A tre mesi dalle elezioni politiche, la dispersione delle milizie estremiste sunnite è una sfida importante per il governo a guida sciita, per il quale l’attacco a Fallujia costituisce la più grande operazione militare mai lanciata dalla partenza degli ultimi soldati statunitensi, due anni fa.