ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Portogallo: estremo saluto a Eusebio, l'attaccante passato alla storia

Lettura in corso:

Portogallo: estremo saluto a Eusebio, l'attaccante passato alla storia

Dimensioni di testo Aa Aa

A migliaia si sono recati allo stadio da Luz a Lisbona per porgere l’ultimo omaggio all’icona del calcio portoghese, Eusebio da Silva Ferreira.

Eusebio, “La pantera nera”, come era stato soprannominato per la rapidità e la tecnica, si è spento domenica a 71 anni per un’insufficienza cardiaca. La bara è stata esposta allo stadio prima di essere trasportata in corteo in vista del funerale.

-“Era uno spettacolo vederlo giocare a calcio. Era il migliore anche confrontandolo con Ronaldo o Messi. Era una fantastico giocatore. Immortale. Per me non è morto”.

Il Portogallo ha annunciato tre giorni di lutto nazionale per ricordare il proprio campione.

-“E’ una perdita enorme perché era l’icona del Portogallo. Non ne abbiamo altri come lui. Non c‘è nessun altro come Eusebio nel calcio”.

Eusebio, considerato uno dei migliori calciatori della storia, ha vinto con la sua squadra, il Benfica, 11 titoli nazionali, 5 Coppe del Portogallo e la Coppa dei Campioni.
Fu il capocannoniere con nove reti ai mondiali del 1966, durante i quali il Portogallo raggiunse il terzo posto. E’ stato il miglior marcatore della storia del suo club con oltre 700.