ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kerry in Medio Oriente: progressi verso un piano di pace ''giusto ed equilibrato''

Lettura in corso:

Kerry in Medio Oriente: progressi verso un piano di pace ''giusto ed equilibrato''

Dimensioni di testo Aa Aa

Progressi per la pace in Medio Oriente sono stati fatti, secondo il segretario di Stato americano alla sua decima missione nell’arco di un anno. John Kerry ha definito ‘‘molto seri, profondi e positivi’‘ i colloqui di Gerusalemme con il presidente dell’Autorità nazionale palestinese, Mahmoud Abbas, e con il premier israeliano, Benjamin Netanyahu. Volato in Giordania, nella mattinata di domenica Kerry ha avuto un dialogo di due ore con il re Abdullah II per poi recarsi in Arabia Saudita per incontrare il sovrano Abdullah.

Il segretario di Stato americano si è detto fiducioso sulla possibilità di un accordo di pace fra israeliani e palestinesi, un piano valutato da Kerry come ‘‘giusto ed equilibrato’‘, anche se ha ammesso che ci sono grandi difficoltà. Il faccia a faccia con il premier israeliano è durato quasi sei ore. Sul tavolo della trattativa pesano gravi divergenze. Netanyahu è tornato ad accusare i leader palestinesi: ‘‘Si ostinano a non voler riconoscere Israele quale ‘Stato ebraico’ ma questa resta una delle precondizioni per dialogare.’‘

Nella contesa Valle del Giordano è stata, intanto, posata la prima pietra di un insediamento israeliano. Bocciata la proposta americana di assicurare la sicurezza in quella zona che deve restare, fanno sapere le autorità, in mani israeliane.