ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

India, alle Olimpiadi sciatori indipendenti

Lettura in corso:

India, alle Olimpiadi sciatori indipendenti

Dimensioni di testo Aa Aa

Esclusa dalle prossime Olimpiadi invernali, l’India paga la dilagante corruzione che impera nel Paese.

Per i suoi sportivi, questo vuol dire non poter rappresentare la propria nazione, ma eventualmente partecipare come atleti indipendenti.

Sarà questo il caso di alcuni indiani, tra i quali gli sciatori Hira Lal e Rajat Thakur, che si apprestano a gareggiare a Sochi.

“Da quando l’India è stata sospesa – afferma il primo -, non abbiamo avuto la possibilità di mostrare la nostra bandiera nazionale ai campionati asiatici e mondiali, il nostro inno nazionale non è cantato. Ogni volta che ci rechiamo alle cerimonie di apertura, non otteniamo la gioia di stare sotto la nostra bandiera, che non è issata durante le competizioni”.

A fronte della sospensione inflitta, comunque, questi atleti non si scoraggiano.

“L’India ha una carenza di sponsor – dice invece Thakur – e membri della commissione non considerano il talento di un atleta. Tutti loro vogliono il potere e tutti vogliono essere al top. Non pensano che un atleta possa fare molto meglio se dotato di una migliore formazione”.

In fase di preparazione, i concorrenti hanno dovuto fare di necessità virtù, basandosi sulla loro limitata attrezzatura. Da notare che l’India non ha mai vinto una medaglia alle Olimpiadi invernali.