ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Peggiora lo stato di Ariel Sharon, diversi organi si deteriorano


Israele

Peggiora lo stato di Ariel Sharon, diversi organi si deteriorano

Ariel Sharon in gravissime condizioni, diversi suoi organi vitali hanno smesso di funzionare normalmente. La salute dell’ex primo ministro israeliano, in coma da otto anni, ha cominciato a peggiorare ieri con il malfunzionamento dei reni.

Il direttore dell’ospedale Tel Hashomer, vicino Tel-Aviv, dove si trova l’ottantacinquenne Sharon, lascia intendere che ormai non c‘è più nulla da fare.
“Ariel Sharon, che è ricoverato da sette anni nel nostro ospedale, ha mostrato segni di peggioramento negli ultimi due giorni”, afferma Zeev Rotstein. “Diversi organi, tra cui i reni, funzionano male. La sua vita è in pericolo”.

Sharon era stato colpito da un lieve attacco cerebrale nel dicembre del 2005 da cui si era ripreso rapidamente. Ma poco dopo, il 4 gennaio del 2006, un altro ictus lo ha fatto piombare nel coma profondo.

Primo ministro nel 2001, riconfermato nel 2003, Ariel Sharon è il volto della destra israeliana. Nel 1982,secondo la commissione d’inchiesta ufficiale, da ministro della Difesa non impedì i massacri nei campi profughi palestinesi di Sabra e Shatila in Libano.

Nel 2000 la passeggiata del leader del Likud sulla spianata delle Moschee – zona araba di Gerusalemme – fu considerata una provocazione e causò la seconda Intifada. Durante il suo mandato cominciarono i lavori del muro tra Israele e Cisgiordania e qualche mese prima dell’ictus Sharon ordinò il ritiro da Gaza e lasciò il Likud per fondare Kadima.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

L'acquisto di Chrysler elettrizza Piazza Affari, Fiat guadagna a due cifre