ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Thailandia: opposizione blocca uffici elettorali, esercito tenta mediazione

Lettura in corso:

Thailandia: opposizione blocca uffici elettorali, esercito tenta mediazione

Dimensioni di testo Aa Aa

L’opposizione annuncia il boicottaggio delle elezioni, il premier Yingluck Shinawatra non si dimette e l’esercito thailandese tenta l’ultima mediazione prima di valutare un intervento.

A Bangkok, la protesta anti-governativa ha bloccato l’ingresso agli uffici dove si presentano le candidature alle elezioni. L’opposizione non parteciperà al voto senza la modifica della legge elettorale.

“Blocchiamo l’ingresso perché vogliamo prima le riforme politiche e poi le elezioni – spiega un manifestante – per fissare nuove regole per le prossime elezioni”.

Le riforme chieste dai manifestanti hanno l’obiettivo di limitare il potere elettorale di una maggioranza accusata di aver comprato un vasto consenso nel popoloso nord-est rurale. Secondo l’opposizione, nuove elezioni serviranno solo a consolidare il potere di Thaksin Shinawatra, l’ex premier in esilio accusato di governare per procura attraverso la sorella Yingluck.

Lo stallo è simile a quello avvenuto nel 2006, quando l’esercito depose Thaksin con un colpo di Stato.