ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rilascio Pussy Riot: l'Ue chiede la trasparenza del sistema giudiziario

Lettura in corso:

Rilascio Pussy Riot: l'Ue chiede la trasparenza del sistema giudiziario

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Unione europea ha accolto positivamente il rilascio delle due Pussy Riot Nadia e Maria auspicando anche la chiusura del caso Greenpeace.

“Consideriamo positivamente il rilascio di due membri della band Pussy Riot. Incoraggiamo con forza la Russia a perseguire le riforme per un sitema giudiziario trasparente, indipendente e affidabile, ma anche per confermare i propri impegni in materia di diritti umani e non discriminazione nel rispetto dello stato di diritto”.

Migliaia di detenuti beneficeranno dell’amnistia voluta dal Cremlino per i 20 anni della Costituzione. Il capo del comitato per gli Affari internazionali alla Duma:

“Per quanto riguarda l’immagine della Russia, penso che questi rilasci rimuovano certe irritazioni nelle relazioni con i nostri partner occidentali. Non penso comunque che sarà un fattore decisivo perché le forze che promuovono il confronto con la Russia troveranno nuovi espedienti”.

Gli attivisti per i diritti umani sottolineano che i militanti dell’opposizione accusati dei disordini del maggio 2012 contro la rielezione di Putin, sono rimasti in gran parte esclusi dal provvedimento.