ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La rassegna delle notizie che hanno segnato il 2013

Lettura in corso:

La rassegna delle notizie che hanno segnato il 2013

Dimensioni di testo Aa Aa

Chi di voi ha seguito l’attualità del 2013 sul nostro canale, ha avuto accesso a notiziari, reportage, approfondimenti, ha potuto seguire gli interventi dei nostri corrispondenti e le interviste che abbiamo realizzato con ospiti di prestigio.

Abbiamo parlato di economia, di proteste sociali, di spionaggio, di catastrofi e degli orrori della guerra. Senza omettere le lotte di potere e le dipartite, come quella, recente, di Nelson Mandela.

Vi proponiamo di ripercorrere attraverso immagini e commenti questi grandi momenti del 2013.

Volti nuovi:
Il loro ingresso in scena ha conquistato le aperture dei notiziari. Li ricordiamo perché hanno già lasciato un’impronta o semplicemente perché hanno monopolizzato la cronaca. Parliamo di personaggi come Papa Francesco o come l’erede al trono britannico, o ancora come il presidente iraniano Hassan Rohani.

Movimenti sociali e immigrazione:
E’ l’altra faccia del mondo globalizzato, di un’economia senza frontiere: nuovi movimenti sociali nei paesi emergenti contestano il potere a partire dal basso. Parliamo della classe media brasiliana e dell’esercito dei lavoratori poveri in Bangladesh. Ma ci sono anche i migranti alla disperata ricerca di pace e benessere in Europa.

Terrorismo:
Anche il 2013 è stato macchiato da atti di terrorismo. Settanta persone hanno perso la vita e centinaia sono state ferite nel corso di due eventi drammatici: uno negli Stati Uniti, l’altro in Africa. In entrambi i casi, sono stati presi di mira i civili. Si tratta degli attentati di Boston e dell’assedio in un centro commerciale del Kenya.

Catastrofi:
Fanno discutere e si accaparrano le prime pagine dei giornali: le catastrofi si convertono in notizie ogni volta che accadono. Nel 2013, abbiamo seguito quattro eventi di questo tipo: alcuni sono fenomeni naturali che appassionano il pubblico, come il meteorite caduto negli Urali; altri sono disastri come il deragliamento di un treno lanciato a tutta velocità nella regione spagnola della Galizia. E per concludere su una nota positiva, il raddrizzamento della Costa Concordia, al largo dell’isola del Giglio.

Guerre e scandali:
Non passa anno senza che la notizia di una guerra occupi i notiziari televisivi e le pagine dei giornali. Il 2013 è stato segnato da una guerra sporca che ha fatto strage di siriani, anche mediante armi chimiche. E un vento da guerra fredda ha soffiato sulle cancellerie internazionali, a causa delle rivelazioni di Edward Snowden.

Addii:
Alcuni erano volti famigliari, rappresentavano la continuità e la stabilità, come è proprio della monarchia. Altri sono arrivati alle massime cariche dello Stato grazie al voto popolare. Gli uni hanno sorpreso annunciando un ritiro volontario, gli altri se ne sono andati per sempre, lasciando un vuoto difficile da colmare. Vi proponiamo quattro dipartite che hanno marcato il 2013.

Con l’addio a Nelson Mandela, concludiamo la rassegna di quest’anno, realizzata dalla redazione di euronews. Ma l’attualità non si ferma e noi nemmeno. Contate su di noi per continuare a tenervi aggiornati nel corso del prossimo anno, 24 ore su 24 e nelle 13 lingue di euronews.

E buon 2014!