ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Arresto diplomatica: Usa si scusa con India

Lettura in corso:

Arresto diplomatica: Usa si scusa con India

Dimensioni di testo Aa Aa

Nessuna crisi diplomatica fra India e Stati Uniti. Il segretario di stato americano John Kerry ha espresso tutto il suo rammarico per quanto successo alla diplomatica indiana Devyani Khobragade, arrestata, ammanettata in pubblico e sottoposta a una minuziosa perquisizione corporale lo scorso 12 dicembre.

L’accusa è di presunta frode sul visto e di aver sottopagato la propria baby sitter, che nel frattempo è scomparsa, da giugno.

“Come padre di due figlie di circa la stessa età, il segretario condivide il sentimento espresso dall’autorità indiana sull’accaduto – spiega Marie Harf, portavoce di John Kerry – e esprime il suo rammarico, cosí come la sua preoccupazione affinchè questo sfortunato incidente non comprometta i vicini e vitali rapporti con l’India”.

Un complotto secondo le autorità indiane. La polizia di Nuova Delhi nei giorni scorsi aveva rimosso le barricate di sicurezza all’esterno dell’ambasciata americana in segno di protesta per quanto accaduto.

Anche le manifestazioni nelle piazze non si sono fatte attendere. Ieri, a Ludhiana, nel Punjab, alcune persone hanno bruciato la bandiera americana.