ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Summit Ue, ultima chance per l'unione bancaria


Redazione di Bruxelles

Summit Ue, ultima chance per l'unione bancaria

Acque agitate a Bruxelles in vista del vertice di fine anno tra i leader europei. Sul tavolo diversi dossier pesanti: dall’unione bancaria ai cosiddetti contratti per le riforme.
La riunione tra i ministri delle finanze di mercoledì servirà, si spera, ad accordare gli stati su come gestire eventuali crisi bancarie e soprattutto su chi graveranno i salvataggi.

Per Guy Verhofstadt, l’unione bancaria è la priorità:“Senza l’unione bancaria, la crisi economica non finirà mai. In Europa le banche non si fidano più le une delle altre e il trasferimento di denaro da queste all’economia reale è fermo. L’unione bancaria è la prima cosa da fare”.

Tra gli altri temi del vertice anche la politica di difesa e l’allargamento. Anche in questa occasione l’attenzione è tutta puntata sull’Ucraina.

Per il deputato tedesco Sven Giegold si tratta dell’ennesimo summit privo di contenuti:“Si discuterà di aria fritta. Le questioni davvero importanti non sono state messe in agenda. Un anno e mezzo fa ci avevano detto che questo vertice avrebbe deciso su evasione fiscale e sul dumping fiscale, così come il piano per l’eurozona”.

L’unione bancaria è anche al centro delle discussioni tra la“riconfermata” Cancelliera tedesca Angela Merkel e Francois Hollande nell’incontro di mercoledi a Parigi.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

Redazione di Bruxelles

Linguaggio dei segni, il Parlamento Ue chiede più professionalità