ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il dolore dei graffiti

Lettura in corso:

Il dolore dei graffiti

Dimensioni di testo Aa Aa

L’artista siriano Tammam Azzam mette a reagire le immagini di capolavori occidentali con le scene di devastazione della guerra in Siria.
Azzam si è conquistato la ribalta quando all’inizio dell’anno la sua opera “Freedom Graffiti” è diventata virale sul web. Sullo sfondo del “Bacio” di Gustav Klimt ha messo le rovine di Damasco.

Tammam Azzam, artista: “Quest’opera delinea il confine fra tragedia e commedia, delinea come fare arte in questo caso, parla della speranza con la quale la gente puo’ combattere la guerra, la paura della guerra, con l’amore. Per questo ho adoperato il “Bacio” di Klimt perchè è cosi’ famoso da attrarre l’attenzione”.

Mentre la tesione resta alta nel paese e la popolazione ingrossa le file dei profughi Azzam spera che il suo lavoro serva a far capire all’estero la sofferenza dei siriani.

Tammam Azzam, artista: “Credo che l’arte non abbia senso adesso per i siriani perchè è la morte che incombe ogni momento in Siria. Sono un arista non un soldato e questo è il mio modo di combattere”.