ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Centrafrica: Francia chiede intervento Ue

Lettura in corso:

Centrafrica: Francia chiede intervento Ue

Dimensioni di testo Aa Aa

Nella Repubblica Centrafricana la violenza continua senza sosta. Uccisioni e abusi contro la popolazione rappresentano un affronto per l’umanità: più di mezzo milione di persone è sfollato.

Il paese è sprofondato nel caos dopo il rovesciamento, lo scorso marzo, del presidente Francois Bozizè. La missione ‘Sangaris’ per il disarmo dei combattenti e per riportare ordine e sicurezza nel Paese è condotta dalle truppe francesi.

A Bossangoa secondo l’ultimo rapporto 40mila persone vivono nel campo profughi cristiano e 7mila persone nel campo profughi musulmano.

La gente è disperata: “Hanno le armi – spiega una donna ai soldati -, l’ho visto coi miei occhi: sono entrati nella diocesi e hanno rotto tutto, rubato tutto dalla mia casa.”

La crisi riguarda i rapporti tra le milizie cristiane e musulmane, le stesse che hanno contribuito al rovesciamento del governo.
Le truppe francesi inviate sul territorio stanno tentando a fatica di riportare la fiducia tra le due fazioni e chiedono aiuto all’Unione europea.

Parigi vuole indurre i Ventotto a formare una forza permanente pronta a intervenire nelle crisi africane, che sia dotata di tutti gli strumenti necessari.

Una questione che verrà affrontata in occasione del vertice Ue del 19-20 dicembre a Bruxelles, quando i capi di Stato e di governo si concentreranno sulle questioni legate all’Europa della Difesa.