ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sognando i Golden Globe e poi gli Oscar.

Lettura in corso:

Sognando i Golden Globe e poi gli Oscar.

Dimensioni di testo Aa Aa

In corsa per gli oscar ’12 Years a Slave’ (12 anni schiavo) guida il gruppetto di testa con le sue 7 nomination ai Golden Globe.

Il film di Steve McQueen ha vinto il premio del pubblico al festival di Toronto a settembre. Sarà in sala in Italia dal 20 febbraio. E’ tratto dall’autobiografia di Solomon Northup, violinista newyorchese nero che, nella seconda meta’ dell’800, venne rapito e venduto come schiavo finendo nelle mani del sadico proprietario di una piantagione in Louisiana. Parla l’interprete nominato ai Globe…

Chiwetel Ejiofor, attore:
“E’ stato un viaggio meraviglioso fatto con gente straordinaria, quella con cui ho lavorato e portare il film verso questo abbraccio che il pubblico e la critica gli sta consacrando è stato veramente gradevole”
.
I film scelti per concorrere al premio come miglior film drammatico oltre a “12 anni schiavo” sono ‘Captain Phillips’ di Paul Greengrass (con Tom Hanks), ‘Gravity’ di Alfonso Cuaròn (con Sandra Bullock e George Clooney), ‘Philomena’ di Steven Frears e ‘Rush’, pellicola di Ron Howard sulla rivalità in Formula Uno tra James Hunt e Niki Lauda.

“Gravity” è un thriller spaziale che ha sbancato al botteghino con incassi da 250 milioni di dollari solo negli States e in Canada.

Grande protagonista alle nomination dei Golden Globe anche “American Hustle” che viene segnalato come migliore commedia musicale, per il migliore attore e la migliore attrice sia nei ruoli protagonisti che in quelli secondari.

Altro competitor è “Nebraska” di Alexander Payne con 5 nomination ai Golden Globe che mettono in evidenza il collaudato attore Bruce Dern e il suo bravo regista.

Anche la 79enne Judi Dench interprete di Philomena è in corsa per i Golden Globe. Il suo ruolo è quello di una madre irlandese che cerca il figlio che era stato dato in affidamento ad un’altra famiglia.

Robert Redford ormai stagionato ha una nomination per il suo “All is Lost”, simbolica storia di un lupo di mare. Era dal 1965 che l’attore non veniva nominato ai Globe.

La giuria dei Golden Globe ha ignorato ‘The Butler’ (Un maggiordomo alla Casa Bianca), film scritto e diretto da Lee Daniels con protagonista Forest Whitaker, escluso completamente dalle nomination.

Ramzy Malouki, critico cinematografico:
“La mancanza di nomination a ‘The Butler.’ sorprende molti ma non me perchè il film comincia ad essere un po’ vecchio e allo stesso tempo cominciavano le voci su un altro film con attori neri ’12 Years a Slave’ cosi’ la morte stessa di Mandela ha totalmente trasformato la prospettiva”.

Cosi’ Idris Elba è il candidato al premio di miglior attore nella categoria ‘film drammatico’ con ‘Mandela: Long Walk to Freedom’.

A contendere il premio come miglior film straniero alla pellicola interpretata da Toni Servillo saranno il francese ‘La vita di Adele’, Palma d’oro al festival di Cannes, il danese ‘The Hunt’ (Il sospetto), ‘Il passato’, film dell’iraniano Asghar Farhadi, e ‘The Wind Rises’, cartoon giapponese.
La consegna dei Golden Globe avviene a gennaio sette settimane prima di quella degli Oscar, di cui spesso anticipa le scelte.