ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Letta incassa fiducia e accusa i forconi: "non rappresentano Italia"

Lettura in corso:

Letta incassa fiducia e accusa i forconi: "non rappresentano Italia"

Dimensioni di testo Aa Aa

“I forconi non rappresentano l’Italia, sono un piccola minoranza”. Dopo tre giorni di manifestazioni in tante città del Paese, la polemica sul movimento 9 dicembre invade il Parlamento nel giorno del voto di fiducia al governo di Enrico Letta.

Con 379 sì alla Camera e 137 al Senato, il governo incassa la fiducia ma inasprisce ulteriormente la spaccatura con l’opposizione di Forza Italia, Lega e Cinque Stelle.

Letta ha accusato Grillo di avallare la violenza e incitare all’insubordinazione le forze dell’ordine. I manifestanti parlano di una crisi che si trascina da anni e chiedono elezioni al più presto.

“Questo Paese è in ginocchio da anni. Sappiamo quel che hanno fatto, adesso bisogna lasciare il potere al popolo e andare subito alle urne. È la sola soluzione. Andiamo al voto e lasciamo che gli italiani decidano il da farsi” dice un manifestante.

Oltre alle proteste a Roma in occasione del voto in Parlamento le manifestazioni continuano ad allargarsi in tutta Italia. I disordini più gravi si sono verificati a Milano dove le proteste contro la politica si sono mescolate agli scontri tra tifoserie. Blocchi e cortei anche a Torino. Un fascicolo contro ignoti è stato aperto dalla procura di Genova per il blocco di bus e treni.