ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Nuovo appello delle "Pussy Riot" dopo amnistia-Putin


Federazione russa

Nuovo appello delle "Pussy Riot" dopo amnistia-Putin

Appello presentato dai legali delle Pussy Riot, le attiviste condannate a due anni di lavori forzati per blasfemia. Le donne incarcerate potrebbero infatti rientrare nell’amnistia che il presidente russo Vladimir Putin ha presentato alla Duma, la camera bassa in occasione del 20mo anniversario della costituzione russa. Prevede il rilascio di condannate con bambini piccoli. Il caso di due delle donne arrestate.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Kiev: l'opposizione chiede agli ucraini di rimanere a Maidan