ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli Afrikaner e la morte di Mandela: quale futuro per il Paese

Lettura in corso:

Gli Afrikaner e la morte di Mandela: quale futuro per il Paese

Dimensioni di testo Aa Aa

La scomparsa del simbolo incarnato da Mandela, che conseguenze potrebbe avere sul futuro del Sudafrica? Un Paese che ha superato l’hapartheid ma che vive ancora di contraddizioni e violenza. A Johannesburg, alcune reazioni della comunità Afrikaner:

“Alla fine di ogni giornata dovremmo riascoltare quel che Mandela ci ha insegnato” dice una residente di Fietas, quartiere a maggioranza Afrikaner di Johannesburg. “Ci invitava di continuo a restare assieme ed evitare il razzismo. Dobbiamo seguire il suo esempio. Ovunque la gente deve seguire questo esempio, provare ad seguirlo”.

L’idea che la morte di Mandela possa far ricadere il Sudafrica in una nuova guerra tra bianchi e neri appare forse eccessiva ma l’alto tasso di violenza tra le comunità è un problema largamente irrisolto. Jan Bosman, Segretario di Afrikanerbond, riconosce comunque il lascito di Madiba:

“Ci sono diverse cose sbagliate in questo Paese al momento e dovremmo sistemarle. In quanto appartenenti alla comunità Afrikaner siamo più che desiderosi di appoggiare la costruzione di questo Paese e renderlo ciò che potrebbe essere. Credo fosse quel che Mandela voleva”.

Nelson Mandela lascia un Paese ancora pieno di ferite: nella sola città di Johannesburg ogni giorno vengono commessi 17 omicidi. Nella capitale Pretoria tutti gli edifici delle istituzioni sono protetti da muri di cinta con barriere elettriche. Il verbo del Premio Nobel per la Pace ha ancora un ampio margine d’applicazione.