ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: primo sì a legge prostituzione, protestano lucciole e sindacati di polizia

Lettura in corso:

Francia: primo sì a legge prostituzione, protestano lucciole e sindacati di polizia

Dimensioni di testo Aa Aa

Multe ai clienti delle prostitute, abrogato il reato di addescamento passivo. La Francia si avvicina al modello proibizionista dei Paesi scandinavi.

Il progetto di legge che prevede di sanzionare chi addesca una lucciola con una multa di 1500 euro – il doppio in caso di recidiva – trova l’opposizione delle dirette interessate e dei sindacati di polizia.

“Noi abbiamo bisogno dei nostri clienti, come i nostri clienti hanno bisogno di noi. Aumenterà il potere della mafia. Sarà il caos – sostiene una prostituta parigina – Francamente pensò che accadrà qualcosa di orribile. Questa legge amplificherà di 10mila volte il problema”.

Le statistiche contano tra le 20mila e le 40mila persone che si prostituiscono in Francia, la maggior parte delle quali arrivano dai paesi d’Europa dell’Est e dall’Africa.

“Dovremo andare nei boschi, dietro gli alberi, provando a filmare le persone per poi arrestarle – spiega Jean-Paul Megret, responsabile del sindacato di polizia – Ma di solito la polizia si occupa di perseguire i protettori”.

Il testo – che prevede anche un finanziamento di 20 milioni di euro per aiutare le prostitute che decidono di rifarsi una vita – ha ottenuto 268 voti favorevoli all’Assemblea Nazionale, ma per poter entrare in vigore dovrà ancora passare al vaglio del Senato.