ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brasile 2014: il Giappone di Zac speranza asiatica e poi c'è la 'cenerentola' Iran

Lettura in corso:

Brasile 2014: il Giappone di Zac speranza asiatica e poi c'è la 'cenerentola' Iran

Dimensioni di testo Aa Aa

Asia e Oceania saranno rappresentate ai prossimi Mondiali da Giappone, Corea del Sud, Iran e Australia. La nazionale nipponica è stata la prima in assoluto a staccare il biglietto per il Brasile, dove cercherà di far ancor meglio che nel 2002 e 2010, quando si fermo’ agli ottavi di finale. Kagawa e Honda guideranno l’11 di Zaccheroni verso quest’impresa.

Ottava partecipazione consecutiva invece per la Corea del Sud, che 11 anni fa, nei Mondiali casalinghi, raggiunse la semifinale. Nel 2010 i ‘‘Guerrieri Taeguk’‘ caddero invece agli ottavi, ma la squadra di Hong Myung-bo, che ha superato solo ai rigori l’Uzbekistan nelle qualificazioni, dovrà lottare duro per ottenere gli stessi risultati.

Gli outsiders dell’Iran, qualificatisi come primi del loro girone, non hanno grandi ambizioni, alla loro quarta apparizione nella rassegna iridata. La “Team Melli” non è mai riuscita finora a superare la prima fase, ma con il portoghese Queiroz alla guida, le cose potrebbero cambiare. Punto fermo della squadra, il centrocampista ex Osasuna, Nekounam.

Infine, l’Australia, anch’essa alla quarta partecipazione, dopo quelle del 1974, 2006 e 2010. In Germania, i “Socceroos” approdarono agli ottavi di finale. Il neo ct Postecoglou, che ha sostituito Osieck dopo il pesante k.o. con la Francia in amichevole, dovrà per cosi’ dire ringiovanire la squadra, come ha già fatto in passato in svariati club.