ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, ecco cosa pensano i manifestanti di Kiev

Lettura in corso:

Ucraina, ecco cosa pensano i manifestanti di Kiev

Dimensioni di testo Aa Aa

Le forze politiche di opposizione prendono le distanze dalle provocazioni violente da parte di frange della manifestazione. Per loro i disordini sarebbero stati orchestrati dal governo, per giustificare una stretta autoritaria.

La folla colorata e plurale che manifesta nelle strade di Kiev è d’accordo nel chiedere le dimissioni del governo..

“Non è il programma dell’opposizione, è il programma dei cittadini ucraini, quello di ristabilire al democrazia nel paese. La gente chiede giustizia. Come primo passo si dimetta il governo e si vada a nuove elezioni anticipate”

Tutti rivendicano il diritto a decidere il proprio futuro. E molti non sono disposti a rinunciare a una prospettiva che guardi verso l’Unione europea. Una prospettiva che la decisione del presidente di fatto allontana.

“Lui è mio figlio, oggi combatto per lui,e lui sta partecipando a un evento storico per il nostro paese”

“Ho vissuto la rivoluzione arancione nel 2004, e come molti altri sono rimasto deluso. Per 9 anni sono rimasto indifferente davanti alla politica, e la settimana scorsa non ho partecipato ai cortei. Ma dopo aver visto sgomberare coi manganelli gente che manifestava pacificamente, ho pensato che non potrò restare da parte, perché la situazione puo solo peggiorare”.

Ieri dal carcere l’ex premier Yulia Tymoshenko ha fatto appello ai manifestanti affinché continuino a battersi “fino a far crollare il regime al potere”