ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Croati al voto sulle nozze gay, verso ampio successo dei contrari

Lettura in corso:

Croati al voto sulle nozze gay, verso ampio successo dei contrari

Dimensioni di testo Aa Aa

La Croazia si appresta a sancire nella sua costituzione che il matrimonio è solo l’unione tra un uomo e una donna. Nell’ultimo Paese membro dell’Unione europea in ordine di tempo oggi si vota un referendum promosso dai movimenti cattolici che escluderebbe, di fatto, le unioni gay.

Sabato, più di un migliaio di manifestanti sono scesi in piazza a Zagabria per chiedere di votare ‘‘no’‘ alla modifica della costituzione, che allo stato attuale non statuisce alcuna definizione del matrimonio.

“Io voterò contro chiedo a tutti di fare lo stesso. Queste questioni non devono trovare posto nella Costituzione perché il progresso della società deve essere favorito non ostacolato – Soprattutto in tempi di crisi economica, quando sarebbe meglio discutere dei diritti dei lavoratori”.

La Chiesa cattolica croata ha dato pieno sostegno al referendum promosso da un collettivo ultraconservatore che ha raccolto 700.000 firme su una popolazione di poco più di 4 milioni di abitanti.

A favore del no il primo ministro socialdemocratico, Zoran Milanovic e il Presidente della Repubblica. Un sostegno che non modifica gli equilibri: secondo i sondaggi, il 68% degli elettori voterà “sì”, solo il 27% dirà di non volere questo emendamento.