ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Privatizzazione delle poste portoghesi, proteste e tafferugli

Lettura in corso:

Privatizzazione delle poste portoghesi, proteste e tafferugli

Dimensioni di testo Aa Aa

Si sono radunati nella notte intorno ai centri di smistamento. Hanno cercato di bloccare i camion che consegnano la corrispondenza in tutto il Portogallo.

Spintoni, urla, qualche tafferuglio con i poliziotti presenti alla protesta. Protagonisti: i dipendenti delle poste portoghesi, fermamente contrari al progetto di privatizzazione del governo.

Lisbona ha messo in vendita il 70% della società e spera di rastrellare almeno 400 milioni di euro per dare ossigeno alle casse statali messe a dura prova dal programma di aiuti internazionali.

I risultati della vendita arriveranno settimana prossima, mentre per l’anno prossimo è prevista la creazione di un istituto di credito postale dopo la decisione della banca centrale portoghese.

Sullo sciopero indetto si è scatenato il balletto delle cifre: le autorità parlano di un’adesione del 18%, ma per i sindacati la percentuale è molto più alta.