ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Datagate: Commissione Onu approva testo anti-sorveglianza

Lettura in corso:

Datagate: Commissione Onu approva testo anti-sorveglianza

Dimensioni di testo Aa Aa

La campagna in favore di Edward Snowden a Washington era partita con un manifesto su un solo autobus. Ora nuovi fondi sono arrivati all’organizzazione ‘Civil Justice’ che promuove l’iniziativa e, per l’avvio dei lavori del Congresso ad inizio gennaio, una mini-flotta di bus circolerà per le strade della capitale con messaggi di solidarietà al nemico giurato dell’agenzia per la sicurezza statunitense.

“È ora che la Nsa smetta di spiare le mie e-mail, il mio gmail, d’ascoltare le mie telefonate. Non ho mai firmato per qualcosa del genere. I cittadini americani non lo vogliono. E io voglio che le persone che vedono questo autobus sappiamo che ci sono milioni di altri cittadini che la pensano come loro” dice il Direttore della Fondazione Carl Messineo.

Iniziativa che pare in linea d’onda con la posizione dell’Onu: la Terza Commissione dell’Assemblea Generale ha approvato la risoluzione promossa da Germania e Brasile che chiede di evitare gli eccessi della sorveglianza informatica.

“Per la prima volta in seno alle Nazioni Unite questa risoluzione sancisce inequivocabilmente che i diritti dei cittadini devono essere protetti anche on-line” ha detto Peter Witting, ambasciatore tedesco alle Nazioni Unite.

Una risoluzione edulcorata rispetto al testo originario e che dovrebbe approdare all’Assemblea Generale il mese prossimo. Intanto il padre del Datagate, l’ex analista della Nsa Edward Snowden, guarda a Berlino dal suo temporaneao esilio moscovita: il visto in Russia è valido un anno e Snowden spera d’ottenere l’asilo della Germania.