ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Another me, "l'altro sé" prende il sopravvento

Lettura in corso:

Another me, "l'altro sé" prende il sopravvento

Dimensioni di testo Aa Aa

La regista spagnola Isabelle Coixet si cimenta con il tema del doppio, attraverso lo specchio deformante dell’horror ed affronta uno ad uno tutti i temi tipici del genere: le ombre minacciose, i riflessi ingannevoli, l’ossessione per uno strano fantasma che assomiglia alla giovane protagonista.

Isabel Coixet, regista: “Non appartengo al genere di persona che crede al soprannaturale tendo ad essere molto razionale, ma a volte devo dire, nel mondo in cui viviamo dobbiamo fare i conti con i fantasmi. Viviamo con i fantasmi del nostro passato, viviamo con i fantasmi dei nostri errori. Viviamo con ciò che in un film può diventare reale”.

Il film è tratto dal libro di un’autrice scozzese Cathy MacPhail e racconta la storia di una adolescente, la cui vita comincia ad andare in pezzi, dopo che la sua famiglia viene a sapere che suo padre ha la sclerosi multipla.

Il 21enne attore inglese Gregg Sulkin interpreta il ragazzo innamorato di Fay nel film. La natura sua semplice la aiuta a mantenere la sua sanità mentale, mentre il mondo frana attorno a lei.

Per la 17enne attrice inglese Sophie Turner, già stella della miniserie “Game of Thrones”, è stato il primo ruolo da protagonista in un film, alle prese con l’atmosfera densa del thriller.

Sophie Turner, attrice: “Ci sono 30 persone intorno non è possibile avere paura, nel film ci sono molte scene nel tunnel, è davvero inquietante, ma tutto poi si dissolve appena si spegne la telecamera e ci rilassa mangiando patatine. E’ stata una sfida ma il regista, gli attori hanno fatto di tutto per facilitare questa impresa”.

Fay si immerge sempre di più in una dimensione parallela che la stravolge. Luoghi quotidiani diventano teatro di transizioni inaspettate: l’ascensore nel suo palazzo, nella sua scuola o in un sottopassaggio.

I luoghi suburbani inglesi fanno da sfondo al viaggio della protagonista nell’“altro sé”, quello che gli adolescenti come lei scelgono o meno, di rivelare al mondo, e che nel caso di Fay tenta di rubarle, non solo l’identità anche la vita.