ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Samaras a Berlino. Il pm greco alla Merkel: no a nuovi tagli

Lettura in corso:

Samaras a Berlino. Il pm greco alla Merkel: no a nuovi tagli

Dimensioni di testo Aa Aa

Antonis Samaras vede la luce in fondo al tunnel. In visita a Berlino, il primo ministro greco ha presentato il bilancio 2014 appena stilato dal governo di Atene.

Previsione: +0,6% di crescita economica e, soprattutto, un avanzo primario raddoppiato rispetto alla prima stesura.

La cancelliera Angela Merkel, da parte sua, ha lodato i passi avanti fatti da Atene. Ma i sacrifici non sono finiti: “Credo sia molto importante che le promesse e gli impegni per le riforme che la Grecia ha preso siano mantenuti. Su queste premesse la prossima tranche di aiuti può essere erogata”, ha detto.

“Ciò che mi porto via da tutto quello che abbiamo discusso oggi è che farlo non sarà molto facile, ma neanche impossibile”, ha aggiunto.

Samaras si è detto ottimista per un accordo con gli ispettori a dicembre dopo il nulla di fatto di questa settimana. E ribadisce: nessun buco nei conti.

“Non ci sarà bisogno di un nuovo accordo o di altri soldi”, ha affermato.

“Vogliamo rispettare l’attuale programma, i suoi obiettivi, le decisioni che sono già state prese dall’Eurogruppo e dalla troika. L’attuale programma è sulla buona strada, come lo siamo noi. Non chiediamo altre cose. Stiamo mantenendo la nostra parte dei patti e crediamo che tutti debbano continuare a mantenere la loro”.

Traduzione, tutte le misure lacrime e sangue le abbiamo già introdotte. Toccherà a Fondo monetario e Unione europea, se ad aprile il disavanzo primario sarà confermato, alleggerire il debito greco.

Samaras ha escluso, infatti, nuovi tagli: fuori dal tunnel la Grecia ci arriverà, ma a questo ritmo. Non più velocemente.