ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna, l'export traina la ripresa. Da Rajoy scuse per l'austerity

Lettura in corso:

Spagna, l'export traina la ripresa. Da Rajoy scuse per l'austerity

Dimensioni di testo Aa Aa

La ricetta spagnola per uscire dalla recessione? La si trova nei porti, dove le merci prendono il mare verso l’estero. A confermare il ruolo di traino delle esportazioni sono arrivati i dati di settembre: un aumento dell’8,3% rispetto all’anno scorso.

Sul made-in-Spain scommette anche Mariano Rajoy, il quale, al giro di boa del suo mandato da premier, si è scusato ancora una volta per le misure di austerity che strozzano la domanda interna.

“Voglio fare i miei ringraziamenti agli spagnoli perché so che c‘è molta gente che vive momenti di difficoltà”, ha detto Rajoy.

“Ci siamo visti obbligati a prendere decisioni difficili. A parte ringraziarli, voglio dire a tutti gli spagnoli che ora le cose vanno già un po’ meglio e che possono avere la totale e assoluta certezza che supereremo questa situazione”, conclude il primo ministro spagnolo.

In effetti, con un pur flebile +0,1% di crescita nel periodo luglio-settembre il Paese ha detto addio a una recessione che durava da nove trimestri.

Merito delle misure di flessibilizzazione nel mercato del lavoro che hanno reso le aziende più competitive e incoraggiato l’export. A discapito, però, degli stipendi, scesi del 3,5% negli ultimi due anni.