ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Filippine: secondo l'ONU donne e bambini a rischio violenze

Lettura in corso:

Filippine: secondo l'ONU donne e bambini a rischio violenze

Dimensioni di testo Aa Aa

Ovunque lo stesso messaggio: ‘aiuto’. Dallo scorso 8 novembre, quando la zona centrale dell’arcipelago delle Filippine è stata devastata da Haiyan le richieste, pressanti, di soccorso, si susseguono ininterrottamente.

La furia del tifone ha ucciso almeno quattromila persone. Quattro milioni gli sfollati. Tredici milioni coloro che hanno subito danni. Secondo le Nazioni Unite, soltanto a Tacloban, la città più colpita, 56mila sopravvissuti sarebbero costretti a vivere in condizioni, dal punto di vista igienico, drammatiche. Chi ha perso tutto cerca rifugio dove può. Anche nel centro congressi. Ma sono sempre soluzioni di fortuna.

“Stiamo costruendo un riparo temporaneo – racconta un uomo – perché non abbiamo una casa in cui stare. Alle persone dentro l’edificio è stato chiesto di svuotarlo in modo che le autorità possano
farlo ripulire. La nostra casa è stata spazzata via dall’onda più
potente”.

La ricostruzione, che al momento vede impegnati 24 Paesi con uomini, mezzi e denaro, costerà, secondo una stima del governo di Manila circa 4 miliardi e mezzo di euro.

A Tacloban il mercato torna a funzionare. Le telecomunicazioni e l’acqua corrente sono state ripristinate ma tutti sembrano essere consapevoli che, per tornare a una parvenza di normalità, occorrerà molto tempo.

La distribuzione degli aiuti di prima necessità va avanti. Al dramma umano si aggiungono gli oltre 200 milioni di euro di danni alle infrastrutture e all’agricoltura.

“Non abbiamo – spiega un uomo – alcuna scelta per il nostro futuro. Qui tutto quel che possiamo fare è piantare alcune verdure e raccogliere i cocchi. Questa è la tragedia: ci vorrà del tempo per avere un nuovo raccolto”.

“È troppo difficile – aggiunge sconsolata una donna – non abbiamo riparo, abiti o cibo. È troppo”.

L’Onu intanto lancia l’allarme: più di 3 milioni di donne e quasi 5 milioni di bambini hanno bisogno urgente di assistenza. Il rischio è che possano diventare vittime di violenze o sfruttamento sessuale.