ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Attacco anti-Iran in Libano: "Teheran e i suoi alleati nella regione sono sotto tiro"

Lettura in corso:

Attacco anti-Iran in Libano: "Teheran e i suoi alleati nella regione sono sotto tiro"

Dimensioni di testo Aa Aa

Attacco a Beirut contro l’Iran alla vigilia del negoziato sul nucleare a Ginevra. Due kamikaze si sono fatti esplodere in un quartiere meridionale della capitale libanese, a maggioranza sciita e roccaforte di Hezbollah, vicino all’ambasciata iraniana. 23 i morti, tra cui l’addetto e oltre 146 feriti. L’attentato è stato rivendicato dalle Brigate Abdullah Azzam, un gruppo qaedista che opera in Libano.

Riad Muisses, euronews: collegato con noi da Beirut il nostro inviato Ali El Takash. Ali, che cosa è successo esattamente stamattina?

Ali El Takash, euronews: Secondo la dichiarazione dei militari di qualche ora fa, è stato un doppio attentato suicida. Il primo kamikaze ha tentato di aprire un varco nel perimetro di sicurezza dell’ambasciata e il secondo lo ha seguito subito dopo cercando di penetrare con la sua auto per farsi esplodere all’interno. Come si può vedere dietro di me, ci sono diversi edifici danneggiati dalle esplosioni, di cui tre gravemente, e un gran numero di auto distrutte. Questo martedì mattina il fuoco era ovunque. Accanto all’ambasciata iraniana è tutto distrutto.

euronews: Qual è il messaggio per Hezbollah e l’Iran nascosto dietro questi attacchi?

El Takash: Ci sono diversi messaggi chiave in questa azione. Il primo messaggio, militare, non è pervenuto perché i due attentatori kamikaze non sono stati in grado di entrare nell’ambasciata iraniana. Ma a livello politico, i messaggi sono chiari: il primo è che questa azione rappresenta una novità assoluta per Libano, tenendo conto che l’obiettivo era una rappresentanza diplomatica. Questa è la visione d’insieme, ma più precisamente significa che l’Iran e i suoi alleati nella regione sono sotto tiro. Non vi è dubbio che l’Iran abbia ricevuto un messaggio forte e deciso con questo attacco.

euronews: La domanda che ci si pone oggi è quali saranno le ripercussioni sulla politica interna in Libano?

El Takash: È evidente che il duro attacco contro l’ambasciata iraniana di questo martedì è un messaggio a tutti i libanesi. Con quest’attacco il Libano diviene una regione utilizzata per inviare messaggi settari e politici. Diverse fonti confermano che questo segna l’inizio di un periodo molto delicato per il Libano.