ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Si vota in Cile, Bachelet favorita

Lettura in corso:

Si vota in Cile, Bachelet favorita

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Cile vota per il nuovo presidente, ma anche per rinnovare il Parlamento. E tutti i sondaggi dicono che sarà il più a sinistra da quando la dittatura di Pinochet scalzò Salvador Allende.

Ai socialisti e ai loro tradizionali alleati, si sono infatti uniti partiti più a sinistra in una coalizione dall’emblematico nome Nuova Maggioranza. Nel programma un ambizioso piano di riforme progressiste, su temi che vanno dal fisco all’educazione.

La maggiore suggestione viene, comunque, dall’elezione del successore di Sebastian Pinera. I pronostici dicono che sarà di nuovo Michelle Bachelet, già presidente cilena dal 2006 al 2010.

Lei, figlia di un generale torturato e ucciso sotto il regime, si trova a sfidare quella di un altro generale, che scelse invece di stare con la dittatura. Il 14% di cui è accreditata Evelyn Matthei potrebbe relegarla addirittura al terzo posto, dietro l’economista italo-cileno Franco Parisi.

Il primo turno potrebbe comunque non bastare. La Bachelet non ha la sicurezza di superare il 50 per cento.

Le urne si aprono alle 8 ora locale (le 12 italiane) per chiudersi alle 18 locali. I primi risultati ufficiali sono attesi intorno alle 21 (quando in Italia sarà l’una di lunedì 18 novembre).