ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Play-off Brasile 2014: in otto per quattro pass

Lettura in corso:

Play-off Brasile 2014: in otto per quattro pass

Dimensioni di testo Aa Aa

Venerdi’ sera scendono in campo le otto nazionali europee, che si giocano gli ultimi posti liberi per Brasile 2014. Tra gli incontri d’andata degli spareggi mondiali, di certo il piu’ interessante è Portogallo-Svezia. All’Estadio da Luz di Lisbona, i lusitani di Paulo Bento cercano la quarta partecipazione consecutiva alla rassegna iridata.

“Non credo ci siano dei favoriti, gli svedesi vedono noi come favoriti, ma non è cosi’”, spiega il difensore Pepe. “Credo ce la giocheremo ad armi pari. Abbiamo due partite da disputare e dobbiamo fare bene in entrambe, per qualificarci”.

La Svezia di Hamren punta tutto sulla sua stella, il capitano Zlatan Ibrahimovic. Il fuoriclasse del Paris Saint Germain, che ha segnato 9 gol in sei partite nelle qualificazioni, nei giorni scorsi ha sofferto di fastidi al ginocchio, ma alla vigilia ha rassicurato tutti sulla sua presenza. Sarà un testa a testa tra lui e Cristiano Ronaldo. Chi vincerà?

Trasferiamoci a Kiev, allo Stadio Olimpico, dove scenderanno in campo Ucraina e Francia. La nazionale gialloblu è in cerca della sua seconda qualificazione mondiale, dopo quella raggiunta nel 2006. Ma non sarà semplice contro i transalpini, che dalla loro hanno anche le statistiche: in 7 scontri diretti con gli ucraini, i galletti non hanno mai perso.

Per quanto riguarda la formazione francese, il ct Deschamps dovrà fare a meno del difensore del Real Madrid Varane, infortunatosi al ginocchio, mentre schiererà nell’11 titolare il talento juventino Pogba.

Lo stadio di Reykjavik ospiterà invece un’insolita sfida, tra i padroni di casa e la Croazia. La piccola Islanda, guidata dallo svedese Lagerback, ha già scritto la storia, ottenendo un posto in questi play-off, ma vuole fare ancora di piu’. 46esimi nel ranking Fifa, gli islandesi non hanno nulla da perdere e puntano sull’effetto sorpresa.

Lo sa bene la Croazia di Niko Kovac che, nonostante parta da grande favorita, ha ancora l’amaro in bocca per la mancata qualificazione a Sudafrica 2010. Modric e compagni proveranno a scacciare quel fantasma.

Ultime due squadre a giocarsi il biglietto aereo per il Brasile, sono Grecia e Romania, in campo ad Atene. Gli ellenici ce la metteranno tutta, dopo essere stati esclusi dalla qualificazione diretta, per differenza reti a favore della Bosnia.