ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Venezuela: espropri proletari o spot elettorali?

Lettura in corso:

Venezuela: espropri proletari o spot elettorali?

Dimensioni di testo Aa Aa

Continuano gli espropri proletari in Venezuela. Stavolta è toccato alla catena di elettrodomestici Daka. Il paese è sprofondato in una crisi nera e il presidente Maduro cerca di uscirne ad esempio anticipando Natale di un mese per favorire i consumi. Ma con l’inflazione alle stelle i prezzi restano troppo alti. “Ho ordinato l’esproprio dei negozi Daka. Tutto sia venduto al giusto prezzo. Non rimanga nulla sugli scaffali, ora basta”, ha detto Maduro.

Daka però, appartiene a una famiglia di origine araba molto vicina al governo. L’opposizione crede si tratti soltanto di spot a favore dell’esecutivo.

“Nei negozi speculano sui prezzi. È tutto troppo costoso dappertutto”, afferma un uomo.

“È solo uno show politico. Prendono in giro i venezuelani perché si avvicinano le elezioni. Sono una madre e una dei venezuelani stufi di essere presi in giro dalle bugie di questo esecutivo”, dice una donna che vota per l’opposizione.

Perché l’8 dicembre si vota per le amministrative in Venzuela e il governo cerca di frenare la probabile emorragia di voti anticipando Natale e persino il pagamento della tredicesima.