ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Filippine, in moto la macchina degli aiuti

Lettura in corso:

Filippine, in moto la macchina degli aiuti

Dimensioni di testo Aa Aa

Si è messa in moto la macchina degli aiuti internazionali per far fronte alla devastazione lasciata dal passaggio del tifone Haiyan, che nelle Filippine ha fatto registrare circa 10 mila morti, secondo la stima del governo. La maggioranza delle vittime è stata causata dalle onde, che come tsunami, si sono abbattute sulle coste. Questa domenica, 90 marines statunitensi, sono partiti per raggiungere il Paese, come prima tranche di aiuti inviati da Washinton, impegnato anche nelle operazioni di ricerca.La Commissione europea ha annunciato lo sblocco di 3 milioni di euro, mentre il programma alimentare mondiale, sta già procedendo al lancio aereo di alimenti altamente energetici, in sostegno della popolazione stremata:

“Tutto è distrutto, non c‘è più niente, Ciò che ci resta sono i vestiti e mio figlio”, racconta un sopravvissuto e gli fa eco una donna: “Chiedo aiuto, perché non ho più una casa, non ho più soldi, non mi rimane nulla”.

Le operazioni delle associazioni umanitarie sono rese più difficili dal fatto che molte sedi sono state chiuse con l’arrivo del supertifone. In alcuni casi, erano stati organizzati meccanismi d’intervento preventivi per l’aiuto, ma “lo staff è stato costretto ad evacuare”.