ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia, studenti contro Erdogan: "No ai dormitori divisi per sesso"

Lettura in corso:

Turchia, studenti contro Erdogan: "No ai dormitori divisi per sesso"

Dimensioni di testo Aa Aa

In marcia per la difesa delle libertà personali. Gli studenti che hanno manifestato a Istanbul criticano la proposta del governo di Recep Tayyip Erdogan, di vietare i dormitori misti negli studentati statali, il primo ministro tirco ha inoltre allarganto il dibattito anche agli appartamenti misti privati.

Hazal Bakan, studentessa:
“Sono una studentessa universitaria, sono giovane e sono una donna. Sono qui perché l’AKP ha preso di mira la coabitazione mista tra studenti, sono qui per protestare come donna e come studente”.

La proposta del governo ha subito acceso il dibattito nei media come in strada. Anche se riguarda una minoranza di studenti e sarebbe illegale:

Cengiz Aktar, Istanbul Policy Center:
“Non credo che sia un’ipotesi che si possa giustificare dal punto di vista giuridico, quello che accadrà invece, è che coloro che hanno voglia di vestire i panni dei “poliziotti dell’etica”, perseguiteranno i giovani e le loro famiglie, basandosi su quanto detto dal primo ministro. E già hanno cominciato”.

Secondo alcuni osservatori Erdogan ha utilizzato questo tema per distogliere l’attenzione sul delicato nodo della spesa pubblica.