ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Bolivia celebra il giorno dei teschi

Lettura in corso:

La Bolivia celebra il giorno dei teschi

Dimensioni di testo Aa Aa

Si tratta di un culto pagano, ma tollerato dalla chiesa cattolica locale. Consiste nel celebrare i teschi che si tengono in casa nella speranza che portino denaro e fortuna. A parte eccezioni non si tratta di teschi di parenti, ma di resti acquistati al mercato nero. Nel paese, dopo otto anni, si rimuovono le ossa dalle tombe per incenerirle. Molte però finiscono sul mercato.

Un’antica credenza andina sostiene che le persone hanno sette anime e una rimane nel il cranio. I boliviani pensano che questo spirito abbia il potere di visitare le persone nei sogni, curarle e proteggerle. Ecco perché conservano i teschi, chiamati “natitas” tenendoli su altari di fortuna o dando loro nomignoli:

“I teschi ci proteggono dagli incidenti. Se li capiamo ci aiutano”, dice una boliviana.

Fino ad alcuni anni fa il rituale era vietato. Nel 2009, però, la nuova Costituzione ha sancito la libertà religiosa, portando alla luce antichi rituali religiosi fino ad allora praticati di nascosto.