ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Belgio: ferve il dibattito sull'eutanasia minorile

Lettura in corso:

Belgio: ferve il dibattito sull'eutanasia minorile

Dimensioni di testo Aa Aa

Se anche un ragazzino o un malato di Alzheimer possa scegliere di morire: è il dibattito che infiamma il Belgio, Paese in cui l’eutanasia, per i maggiorenni che esprimano un consenso informato, è legale da oltre dieci anni.
Da qualche settimana però il Parlamento belga sta discutendo una proposta di riforma, presentata da un senatore socialista, per consentire anche ai minorenni di scegliere l’eutanasia, e questo anche contro l’avviso dei genitori. Nelle ultime ore alcuni pediatri si sono espressi a favore, i leader religiosi contro, e alcuni medici hanno cominciato a confessare che l’eutanasia illegale di minori è ampiamente praticata:

“Quando si presenta il caso, dobbiamo procedere con l’eutanasia in segreto, senza che esista un rapporto, un monitoraggio, senza poter procedere a correzioni, e come medici vogliamo poter garantire il miglior trattamento possibile”, dice un professionista dell’Ospedale di Bruxelles.

Pare che l’estensione ai minori – c‘è chi propone dai quindici anni, chi dai dodici, chi anche prima – abbia largo consenso nel Paese e in Parlamento. La norma viene bloccata per ora dai cristiano-democratici, che fanno parte della coalizione di governo.