ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna. Tv Valencia in rivolta contro la chiusura con 1.600 licenziamenti

Lettura in corso:

Spagna. Tv Valencia in rivolta contro la chiusura con 1.600 licenziamenti

Dimensioni di testo Aa Aa

Il direttivo della Radio Televisione Valenciana e i giornalisti si ribellano contro la decisione del governo autonomo della provincia spagnola di chiudere la catena, licenziando tutti i 1.600 dipendenti.

L’annuncio del governatore, il conservatore Carlos Fabra, è arrivato martedì subito dopo che il tribunale ha ordinato il reintegro di 1.000 persone licenziate nei mesi scorsi. Così la chiusura è diventata una scelta obbligata ha detto Fabra:

“La sentenza non ci lascia altra possibilità che chiudere, non possiamo sostenere i costi che questa televisione aveva 3 anni fa ma che in questo momento sono insostenibili”.

Ieri la redazione ha autogestito i programmi per parlare della crisi. La Direttrice Generale e Presidente del Consiglio di Amministrazione Rosa Vidal ha annunciato dimissioni immediate in polemica con il governo regionale.

“Se per chiudere la Radio Televisione Valenciana intendono piegare la legge a proprio piacere, non contino su questo direttivo” ha detto Vidal in conferenza stampa.

La scelta del governo valenciano di cancellare in toto la catena piuttosto che applicare una sentenza rischia di diventare un precedente pericoloso per un Paese nel quale quasi ogni regione autonoma ha una catena televisiva pubblica, con decine di migliaia di dipendenti in tutta la Spagna.