ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia, sgomberata sede tv Stato. Governo: "occupazione illegale"

Lettura in corso:

Grecia, sgomberata sede tv Stato. Governo: "occupazione illegale"

Dimensioni di testo Aa Aa

La polizia greca sgombera la sede della televisione pubblica Ert. L’edificio era stato occupato dai dipendenti lo scorso 11 giugno contro la decisione del governo di Atene di sospendere le trasmissioni.

La scorsa notte, la polizia è entrata in tutti gli uffici per cacciare dai locali circa 200 persone che in questo periodo hanno continuato a trasmettere i programmi via web. All’esterno dell’edificio, nel frattempo, un cordone di agenti respingeva con l’uso di lacrimogeni la protesta di alcune centinaia di manifestanti che si erano radunati in breve tempo per opporsi all’azione delle forze dell’ordine.

Un rappresentante sindacale, Nikos Tsimbidas, e altre tre ex dipendenti sono stati trattenuti per alcune ore in commissariato e poi rilasciati.

Resta occupata la sede di Salanicco da dove si continua a emettere in rete un segnale video.

L’emittente pubblica è stata chiusa lo scorso giugno, senza preavviso, dal governo di
larghe intese guidato da Antonis Samaras che, alle prese con l’austerity imposta dalla troika, l’ha giudicata troppo onerosa. Il provvedimento è costato il licenziamento di circa 2.600 persone.

Una decisione che ha fatto sì che la Grecia diventasse il solo Paese in Europa senza una televisione pubblica.

“L’intervento della polizia nella sede dell’emittente Era era necessario per rispettare la legge e ripristinare la legalità ed è avvenuto alla presenza di un magistrato”, ha detto il portavoce
del governo greco, Simos Kedikoglou, il quale ha aggiunto che “la sede della Ert si trovava sotto l’occupazione illegale con grave danno per lo Stato”.