ULTIM'ORA

Lettura in corso:

In Vietnam zanzare infette da un batterio per fermare la dengue


science

In Vietnam zanzare infette da un batterio per fermare la dengue

In partnership con

La chiamano “dottoressa Dracula” qui all’Istituto Vietnamita di Igiene ed Epidemiologia: Nguyen Thi Yen sta testando sulle zanzare un metodo per fermare la dengue. Questi insetti sono stati contagiati in laboratorio da un batterio, chiamato Wolbachia. Potrebbe impedire alle zanzare di contrarre la dengue e questo significa che non potrebbero più trasmetterlo agli esseri umani.

“Le zanzare femmine che trasportano il Wolbachia trasmetteranno il batterio alle prossime generazioni”, spiega la dottoressa. “Il maschio sarà sterile quando si accoppierà con una zanzara non contagiata. Così queste zanzare sostituiranno gradualmente la popolazione selvaggia riducendo la possibilità di trasmissione della dengue agli umani”.

La dengue è nota volgarmente come “febbre rompi-ossa”, perché causa dolori articolari atroci e mal di testa martellanti. Non esistono vaccini, cure o trattamenti specifici. E’ provocata dal morso di una zanzara femmina che trasmette il virus da un essere umano infetto a uno sano. Per questo gli scienziati vogliono impedire che le zanzare contraggano la malattia.

Gli scienziati stanno rilasciando gli insetti in piccole aree isolate, prima di testarlo a Nha Trang, città sulla costa vietnamita, e oltre.

“Sono abbastanza entusiasta di quanto può significare questa tecnica per un Paese come il Vietnam dove la dengue è endemica”, afferma Simon Kutcher, responsabile del progetto “Eliminate Dengue Vietnam. “Speriamo che in futuro i test sul campo abbiano successo in modo da implementarli su ampia scala coprendo l’intera città con zanzare col batterio Wolbachia”.

Il lavoro degli scienziati si concentra ora sulla comprensione di quali ceppi del batterio iniettato nelle zanzare siano efficaci.

http://www.eliminatedengue.com/

La nostra scelta

Prossimo Articolo

science

Corea del Sud, mercato del pesce in crisi