ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elezioni locali in Kosovo, voto cruciale per l'avvicinamento all'Europa

Lettura in corso:

Elezioni locali in Kosovo, voto cruciale per l'avvicinamento all'Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

L’aggressione a un candidato sindaco segna le elezioni locali in Kosovo, un voto cruciale per il destino di Pristina e Belgrado, sulla via dell’Unione europea. Nell’ex provincia serba – autoproclamatasi indipendente nel 2008 – si vota per le elezioni locali in un’atmosfera turbolenta.

Il ferimento da parte di sconosciuti di uno dei candidati del settore serbo di Mitrovica viene da molti attribuito a serbi radicali ed estremisti, ostili alla politica del dialogo del governo di Belgrado, che ha fatto appello ai serbi affinché votino. “Pristina ha convocato le elezioni ma noi votiamo per la Serbia – dice un residente di Mitrovica -. Per me questa è Serbia e dobbiamo venire a votare per dimostrarlo”.

Nel nord del Kosovo da mesi si registrano episodi di violenza e intimidazioni. Un abitante del sud di Mitrovica, città simbolo delle divisioni interetniche, nutre speranze: “Credo che sia il ritorno a ciò che era Mitrovica un tempo, unita. Credo che si stia cominciando a pensare in modo diverso, e che il cambiamento sarà positivo”.

Gli aventi diritto al voto sono quasi un milione e ottocentomila. Oltre 28.000 gli osservatori in un voto considerato un test per lo storico accordo raggiunto ad aprile con la mediazione dell’Unione Europea volto a normalizzare le relazioni tra Serbia e Kosovo. Un voto da cui dipende il loro avvicinameno alla stessa Europa.