ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Due giornalisti francesi sequestrati e uccisi in Mali

Lettura in corso:

Due giornalisti francesi sequestrati e uccisi in Mali

Dimensioni di testo Aa Aa

Ghislaine Dupont, 51 anni, e il suo tecnico Claude Verlon, 58, entrambi di Radio France International, sono stati rapiti e assassinati a Kidal, nel nord del Mali. Dalle notizie che cominciano a trapelare, i due erano stati in visita da un esponente di spicco del Movimento Nazionale di Liberazione dell’Azawad, si tratta dei ribelli Tuareg. Usciti dall’abitazione i due sono stati rapiti e poi assassinati. Le notizie sono ancora contraddittorie. Per le fonti locali sarebbero stati sgozzati. Secondo l’intelligence francese invece, sarebbero stati freddati con armi da fuoco.

I due non erano novellini, ma reporter esperti alla seconda missione del genere nel paese. Secondo l’amministratore delegato di radio France Monde: “Non si può dare una guardia del corpo ad ogni giornalista. È stata una barbarie, ma che dobbiamo fare? Smettere di mandare i giornalisti in giro a raccontare? Io mi rifiuto”.

Geograficamente la zona della tragedia è oggi una delle meno sicure d’Africa. I ribelli tuareg hanno invaso il nord del Mali l’anno scorso. Poi sono stati cacciati dai militanti di al-Qaeda. Negli ultimi mesi, dopo l’intervento militare francese con l’operazione Serval, sono tornati nella zona. Kidal è il quartier generale del movimento.