ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Datagate: Germania e Brasile inviano una bozza di risoluzione all'Onu

Lettura in corso:

Datagate: Germania e Brasile inviano una bozza di risoluzione all'Onu

Dimensioni di testo Aa Aa

Il testo non menziona alcun Paese in particolare, ma secondo i funzionari Onu è chiaro: chiama in causa gli Stati Uniti e il programma di sorveglianza all’origine del Datagate. La Germania e il Brasile fanno fronte comune e indirizzano alla commissione diritti umani dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite una bozza di risoluzione che chiede la fine all’eccessiva sorveglianza elettronica, alla raccolta dati e altre palesi violazioni della sfera privata.

“Per ottenere consenso, la proposta deve essere flessibile sul limite allo spionaggio – dice Paulo José, del centro di ricerca sulle relazioni internazionali di São Paulo-. Il peso della Germania permetterà di rafforzare la legittimità e la capacità di essere approvata”.

A differenza di quelle del Consiglio di Sicurezza, le risoluzioni dell’Assemblea generale non sono vincolanti, ma, se adottate adottate con un ampio consenso internazionale, possono avere un peso morale e politico significativo.

La risoluzione arriva mentre la vicenda legata alle attività della NSA continua a scatenare reazioni, con risvolti su fronti diversi. Uno di questi riguarda David Miranda, il partner brasiliano del giornalista del Guardian al centro dello scoop.

Dopo averlo fermato a Heathrow ad agosto e interrogato per 9 ore, le autorità britanniche sostengono ora che quando cercò di trasportare attraverso lo scalo londinese documenti ricevuti da Edward Snowden fosse coinvolto in attività di terrorismo.