ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Eurozona, disoccupazione al 12,2%. In Italia è emergenza giovani (40,4%)

Lettura in corso:

Eurozona, disoccupazione al 12,2%. In Italia è emergenza giovani (40,4%)

Dimensioni di testo Aa Aa

Eurolandia sarà anche uscita dalla recessione, ma il mercato del lavoro davvero non sembra essersene accorto. A dirlo sono i dati Eurostat riferiti a settembre, che certificano un aumento dei disoccupati di 60 mila unità all’interno dell’area della moneta unica.

La percentuale di senza-lavoro è rimasta ferma al 12,2% dopo che anche il numero di agosto è stato rivisto al rialzo.

Il totale raggiunge ormai quasi quota 19 milioni e mezzo ma a tenere svegli i governi della regione è soprattutto la percentuale di ragazzi tra i 15 e i 24 anni che ancora cercano un impiego. Il mese scorso è salita al 24,1%: una popolazione di oltre 3 milioni e mezzo di giovani.

Tra i Paesi dell’euro persistono, però, profonde differenze: se la Germania guida la classifica con un tasso di disoccupazione giovanile al 7,7%, l’Italia è, insieme a Spagna e Grecia, il fanalino di coda.

Nel Bel Paese il numero è salito al 40,4%, record assoluto dall’inizio delle rilevazioni mensili e persino di quelle trimestrali negli anni settanta.

E mentre la disoccupazione complessiva sale al 12,5% (3 milioni e 194 mila senza-lavoro) i venti di crisi politica rischiano ancora una volta di invalidare gli sforzi del governo per la riduzione del cuneo fiscale.