ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giappone, banche sotto inchiesta dopo scandalo prestiti alla mafia

Lettura in corso:

Giappone, banche sotto inchiesta dopo scandalo prestiti alla mafia

Dimensioni di testo Aa Aa

Se bastasse un inchino per mettere tutto a posto, la seconda banca giapponese, Mizuho, non dovrebbe subire l’onta di un controllo approfondito da parte dell’agenzia dei servizi finanziari. Invece è proprio quello che accadrà a partire da martedì prossimo: misura inevitabile, da quando è emerso che l’istituto ha concesso prestiti per oltre due milioni di dollari alla criminalità organizzata.

Scuse a parte, il presidente Yasuhiro Sato non ha alcuna intenzione di dimettersi. Ma lo scandalo brucia perché mette nuovamente in evidenza i legami tra il mondo degli affari e la mafia nipponica, oltre che l’inefficacia dei controlli. L’indagine non risparmierà ovviamente la prima banca del Giappone, Mitsubishi, e la terza, Sumitomo Mitsui. Oltre a cercare tracce di finanziamenti sospetti, l’inchiesta riguarderà una vasta serie di materie, tra cui la gestione dei rischi.