ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Prestiti alla mafia giapponese. Mizuho taglia teste e stipendi

Lettura in corso:

Prestiti alla mafia giapponese. Mizuho taglia teste e stipendi

Dimensioni di testo Aa Aa

Teste che saltano e stipendi trattenuti, per sedare la scandalo dei prestiti alla Yakuza. Il gruppo finanziario giapponese Mizuho prova a correre ai ripari, annunciando una serie di misure disciplinari ai danni dei suoi più alti papaveri.

Tra loro lo stesso presidente Yasuhiro Sato, che aveva ammesso di essere al corrente da tempo della destinazione di alcuni prestiti erogati dal gruppo alla mafia giapponese. Lo scandalo era esploso a settembre, quando Mizuho aveva stimato la cifra nell’equivalente di oltre 1,5 milioni di euro.