ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Georgia al voto per eleggere il nuovo presidente

Lettura in corso:

La Georgia al voto per eleggere il nuovo presidente

Dimensioni di testo Aa Aa

Si aprono i seggi in Georgia, dove oltre tre milioni e mezzo di persone sono chimate ad eleggere il successore del presidente Mikhail Saakashvili, che non ha potuto ricandidarsi per un terzo mandato.

È record di candidati, oltre 20, ma in “pole position” ce ne sono tre.

In primis l’esponente del “Sogno georgiano”. L’ex professore di filosofia Gheorgi Marghvelashvili, sostenuto dal premier Ivanishvili, è ampiamente favorito nei sondaggi. Lo seguono l’ex ministro degli Esteri David Bakradze, candidato del Movimento nazionale unito di Saakashvili, e l’inossidabile Nino Burjanadze.

Tutti e tre sono per una politica filo-europea.

L’analista politico georgiano Gia Nodia, sottolinea come il Paese vada realisticamente nella direzione della firma dell’accordo di associazione con l’Unione Europea.

I poteri del futuro presidente saranno fortemente ridimensionati. Un emendamento costituzionale del 2010, infatti, prevede che dopo queste elezioni la Georgia diventi una repubblica parlamentare.

Alcuni sostenitori di Saakashvili hanno voluto salutare il presidente uscente, al potere dal 2003 dopo la Rivoluzione delle rose.

Nove anni di elogi per le sue riforme economiche, per la lotta alla corruzione e la politica filoccidentale; ma anche di pesanti critiche per la gestione della disastrosa Seconda guerra in Ossezia del Sud, nel 2008, che fu vinta dalla Russia.