ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq: attentati in serie, una cinquantina di morti

Lettura in corso:

Iraq: attentati in serie, una cinquantina di morti

Dimensioni di testo Aa Aa

Auto imbottite di esplosivo hanno fatto decine di vittime, in Iraq: nella capitale Baghdad sono stati ancora una volta presi di mira i quartieri sciiti.
Tutte le esplosioni, apparentemente coordinate, hanno colpito zone affollate.

A Mosul, nell’Iraq settentrionale, si è trattato di un attentato suicida, il più grave, con dodici morti, quasi tutti militari che stavano prelevando lo stipendio. A Baghdad l’attentato più grave si è verificato presso un centro commerciale di Nahrawan, nella periferia meridionale.

“Le auto parcheggiate sono incenerite, i negozi danneggiati – dice un residente del quartiere di Shaab -. Il negozio di un signore che vendeva spugne è stato completamente distrutto dal fuoco. Perché ci fanno questo? Da dove vengono? Non sono esseri umani, non possono esserlo”.

Dopo un periodo di relativa calma, gli attentati sono quest’anno nuovamente in crescita: i morti per esplosioni nel 2013 sarebbero più di tremila, secondo la stima più accreditata. I gruppi armati sfruttano la rabbia della comunità sunnita, che si sente esclusa dal governo a guida sciita.